Skip to Content

Sunday, July 5th, 2020

di Massimiliano Furlan

(vinoclick) Nella costellazione delle aziende della Sicilia e dei suoi vitigni troviamo una piccola grande stella che si chiama Feudi del Pisciotto, azienda che ha come sede a Niscemi, provincia di Caltanissetta chiusa nel triangolo magico di Caltagirone, Piazza Armerina e Vittoria (unica DOCG siciliana con il suo Cerasuolo) nella Sicilia sud-orientale. L’azienda vanta un’estensione di 44 ettari situati a 250m s.l.m. a 5 Km dal mare vitati a Frappato, Nero d’Avola oltre che Merlot, Cabernet, Semillion e Gerwustraminer, con questi ultimi due viene prodotto un passito di assoluta originalità nato da un’intuizione di Giacomo Tachis e proseguita dal bravissimo enologo attuale Alessandro Cellai.

Queste componenti danno ai vini una grande acidità dovuta alle escursioni termiche e ad una maturazione perfetta dovuta alla brezza marina che dona ai vini profumi di macchia mediterranea. La nostra degustazione ha puntato sul Frappato Carolina Marengo 2016, vino dai profumi che identificano proprio l’isola con sentori di frutta matura lamponi e ribes che virano verso una macchia meditterranea con note di chiodi di garofano, cuoio e sentori di erbe officinali. In bocca davvero esplosivo, con una bella acidità e sapidità in equilibrio, un tannino pronto e ben levigato con una persistenza lunga. La fermentazione avviene in acciaio e la maturazione in barrique di primo e secondo passaggio per 10 mesi. Gli abbinamenti sono con primi molto strutturati, carni e arrosti oppure formaggi semi-stagionati 92/100

m.furlan@vinoclick.org