Skip to Content

Tuesday, September 29th, 2020

chateau-haut-brion-2004

di Erminia Eleonora Magli

(vinoclick) Se si è appassionati di Sauvignon Blanc non si potrà fare a meno di provare un Bordeaux Bianco.

Bordeaux è famosa per i suoi vini da collezione ad alto prezzo, Il Bordeaux Bianco costituisce solo circa il 7% della produzione della regione ma le caratteristiche di questo prodotto sono eccezionali.

L’uvaggio del Bordeaux Bianco consiste in Sauvignon Blanc, Semillon e Muscadelle. Sono utilizzate alcune altre varietà meno note come Colombard e Ugni Blanc (l’uva utilizzata per il Cognac), ma la maggior parte sono fatti di un blend di Semillon e Sauvignon Blanc.

Bordeaux è il luogo in cui il Sauvignon Blanc è nato ed ha origini molto antiche, più del Cabernet Sauvignon quest’ultimo nato da un incrocio di Sauvignon Blanc e Cabernet Franc che si è verificato durante il 1600.

Ci sono due stili principali di Bordeaux Bianco: leggero e fruttato o complesso e cremoso.
I primi costituiscono la maggioranza dei Bordeaux Bianchi e sono generalmente più economici, i secondi sono vinificati in una regione specifica (Pessac-Leognan) e tendono ad essere costosi.
Quelli leggeri e fruttati hanno gradi sapori e profumi di agrumi, pompelmo, limone, uva spina e calce con erba, cemento fresco-umido, miele, frutto della passione e fiore di caprifoglio.
Quelli ricchi e cremosi, dallo stile più ricercato, sono fatti prevalentemente di Semillon che offre sentori più complessi e maggiore morbidezza rispetto al Sauvignon Blanc: possiamo aspettarci sapori di mele al forno e pere, crème brûlée, pompelmo caramellato, buccia di arancia, zenzero, fichi, burro di limone e
anche camomilla.

Dei 5 produttori più eccelsi di Bordeaux, solo uno produce il Bordeaux Bianco: Chateau Haut-Brion che è appunto più famoso per il suo Bordeaux Bianco che per il rosso. I Bordeaux Bianchi di fascia alta della subregione di Pessac-Leognan possono sostenere lunghi invecchiamenti anche di 10 anni.

Rispetto ai Sauvignon Blanc nel mondo, il Bordeaux Bianco tende ad essere più agrumato e floreale e meno erbaceo, l’acidità non è alta come un Pouilly-Fumé (un Sauvignon Blanc dalla Valle della Loira), e il sapore non è così tropicale o di pesca come i Souvignon Blanc della California.

Bisogna fare attenzione all’abbinamento con cibi troppo acidi che metterebbero in ombra il vino.
Ingredienti che si abbinano ottimamente con questo vino sono il basilico, il lime, l’avocado e l’aglio.
Abbinamenti proposti:
Insalata di rucola con limone e parmigiano
Risotto agli asparagi
Ravioli di piselli con granchio o aragosta
Linguine al Pesto
Sushi con avocado