Skip to Content

Sunday, July 3rd, 2022

di Massimiliano Furlan

(vinoclick) Il mondo del vino è una realtà davvero affascinante ed intrigante, nonché sorprendente ed ecco che ad attirare la nostra curiosità arriva Atomos, un nome che fa pensare a tante cose meno che ad una bottiglia di vino ed invece non è solo questo ma molto di più. 

L’idea di creare un vino con dietro una storia ed un background importante viene da due ingegneri che hanno scommesso su questo progetto, Stefano De Nisio e Maria Kalafati i quali hanno avuto l’idea di fare un vino in Abruzzo con Trebbiano e Montepulciano partendo dalla Grecia e precisamente da Creta. L’illuminazione è arrivata nel vedere le donnine dell’isola diraspare gli acini dai grappoli d’uva uno ad uno ovvero con le “tre dita” e da qui che viene brevettato il metodo “Three Finger Destemming”. 

Tornati in Italia fanno partire il progetto insieme all’enologo Giovanni Basso il quale comincia a lavorare con i due vitigni cercando di non stravolgere le proprietà del Trebbiano e del Montepulciano ma anzi esaltandone le doti. Al lavoro in vigna ed in cantina si associa la preparazione per lanciare la linea di prodotti da parte della proprietà e viene prodotta la prima annata, la  2017 (annata difficile) per poi replicare con la  2018 e 2019 oltre alla 2020 con il rosato.

Il numero di bottiglie prodotte sono circa 1000 per ogni annata con una superficie vitata di circa 5 ettari ed una resa di 30 quintali per ettaro, quindi una resa bassissima dovuta proprio alla selezione a mano del chicco d’uva proprio con il metodo Three Finger. A questo punto l’uva viene fermentata in acciaio senza aggiunta di lieviti ma solo con una fermentazione spontanea per poi maturare in barrique nuove per 18 mesi.

Il risultato è ottimo, i vini hanno profumi e sapori molto corrispondenti ai vitigni con una acidità spinta ed una persistenza infinita questo lascia la possibilità di lasciare il vino in bottiglia per molti e molti anni con processi evolutivi davvero interessanti. 

Il vino viene consegnato all’interno di una bottiglia personalizzata trasparente da 1 litro custodita in una sacca di alcantara per non far prendere troppa luce al vino. Il packaging porta a pensare ad un bene di lusso riservato a pochi, la verità è nel mezzo, pochi sono quelli che possono permetterselo perché sono solo 1000 bottiglie per il resto è vino ed il vino non conosce lusso ma solo piacere e Atomos si fa bere molto bene e si fa bere meglio conoscendo in due proprietari che hanno un entusiasmo ed una luce negli occhi perché credono profondamente in quello che fanno e come altri produttori questo entusiasmo porta solo a grandi risultati e vini di assoluta qualità ed Atomos non esce da questo cerchio ma rimane ancorato al treno delle eccellenze.

 

m.furlan@vinoclick.org

Atomos Bianco Trebbiano d’Abruzzo 

Fermentazione spontanea in acciao e maturazione in barrique nuove

2017 Colore paglierino tendente ad un giallo oro con sentori di camomilla, albicocca disidratata e una forte componente minerale. In bocca una spiccata acidità bilanciata da una buona sapidità e morbidezza, persistenza lunga con note di frutta secca 90/100

2018 Colore oro con note burrose e floreali, frutta secca e un soffio di balsamicità con una nota fumè e pietra focaia. In bocca buona morbidezza accompagnata da una spiccata acidità e sapidità con sentori di frutta secca ed albicocca, finale lungo e persistente 91/100

2019 Colore paglierino con tendenza verso l’oro. Sentori minerali e frutta fresca con note quasi balsamiche. In bocca perfetto equilibrio tra sapidità ed acidità con una persistenza lunga con una presenza sottile di tannino. Vino molto elegante con ottime prospettive vista la giovane annata 91/100

Atomos Rosso Montepulciano d’Abruzzo

Fermentazione spontanea in acciaio e maturazione in barrique nuove per 18 mesi

2017 Colore rubino inchiostrato. Al naso liquirizia, mora virando su note di rabarbaro, terra bagnata con lunghi sentori di macchia mediterranea. In bocca morbido con una acidità molto spiccata ed un tannino in maturazione con sentori di frutta matura e note mentolate. Persistenza corta 88/100

2018 Colore rubino scuro con sentori di mora, prugna, tabacco dolce, cioccolata virando verso erbe officinali, macchia mediterranea, china, rabarbaro. In bocca ottimo equilibrio tra acidità e sapidità con un tannino morbido ed una buona persistenza con sentori di frutta matura 91/100

2019 Colore rubino con sentori di china, prugna, chiodo di garofano con sentori balsamici. In bocca grande acidità con un tannino ancora in maturazione ed una persistenza lunga che accompagna una bella nota balsamica e di frutta matura 91/100

Atomos Rosato Montepulciano d’Abruzzo

Fermentazione in acciaio vinificato per estrazione

2020 Colore rubino trasparente con note di fragoline, ciliegia e accenni floreali. In bocca bella morbidezza con una acidità spiccata accompagnata da una bella sapidità 90/100