Skip to Content

Wednesday, June 26th, 2019

di Erminia Eleonora Magli

(vinoclick)  Da un’analisi di mercato condotta dal player del settore e-commerce-vino Tannico per conto del Consorzio Vini Valpolicella, su dati consuntivi 2017, è emerso che i vini più comprati online nei segmenti ultra-premium e luxury, cioè con una fascia di prezzo superiore ai 25 euro, sono Amarone (13,72%)  e Brunello (13,78), arrivando a coprire insieme una quota di mercato pari al 27,5%.

Dallo stesso rapporto si evince che l’Amarone è il vino preferito tra quelli della Valpolicella, con un’incidenza del 71% sulle vendite, seguito dal Valpolicella Ripasso Doc (18%) e dal Valpolicella Doc (9%). Buona anche la performance del Ripasso che si afferma con un notevole incremento del +36% nella fascia medio-alta dei vini rossi italiani.

Olga Bussinello, direttore del Consorzio Vini Valpolicella, ha commentato i dati rimarcando il fatto che, a differenza di altri vini Doc come Valpolicella e Ripasso, l’Amarone è soggetto ad un preciso trend stagionale d’acquisto raggiungendo un picco massimo di vendite durante il periodo natalizio, anche del +70%, risultando quindi il “regalo per eccellenza”, ed è su questo che devono vertere le strategie di marketing del prodotto.

L’identikit tipo del consumatore online di Amarone è di persone di circa 40 anni con un’elevata capacità di spesa, amante di vini rossi ultra premium e bollicine raffinate come Champagne e Franciacorta, capace di spendre in Amarone 500 euro l’anno.

Il 16 aprile al Vinitaly sarà presentata “L’Ostaria de la Valpolicella sul Double Decker, il bus bipiano inglese di Tannico, “50 anni di storie ed aneddoti sul piacere del vino” per il mezzo secolo dal riconoscimento della Doc.