Skip to Content

Friday, February 22nd, 2019

di Erminia Eleonora Magli

(vinoclick) La vigilia del Vinitaly è il periodo giusto per analizzare dati e tirare le somme facendo il punto della situazione dei mercati vitivinicoli mondiali. Interessante è in tal proposito il rapporto della Coldiretti, condotto su dati Istat, riguardo l’export del vino italiano in Francia e viceversa:

negli ultimi 10 anni i cugini d’oltralpe hanno praticamente raddoppiato l’importazione di vino italiano con un +92,3%, al contrario l’export francese verso il nostro paese è crollato del 14% in valore. Proprio il 2017 ha segnato per il nostro paese un record storico per l’export del vino in Francia con un valore che sfiora i 170 milioni di euro.

A spingere verso il successo del Made in Italy sono soprattutto le bollicine tricolore il cui export verso la Francia ha segnato da solo un +276% in valore nel decennio per un importo attuale di 45 milioni di euro.

Insomma, l’ottimo rapporto qualità/prezzo della produzione italiana ha in terra francese un sempre maggiore riconoscimento mentre da noi si affievolisce sempre più la moda di bere francese anche per festeggiare occasioni importanti.