Skip to Content

Friday, February 22nd, 2019

di Massimiliano Furlan

(vinoclick) Recentemente la rivista Forbes, in uno dei suoi articoli, ha citato alcune delle località in Europa più belle a livello artistico ed enologico. Al primo posto e neanche a sorpresa, troviamo Montefalco in Umbria, famosa per il suo Sagrantino di Montefalco, vitigno autoctono che da vita ad un vino che divide molto critica e consumatori per le sue qualità sensitive difficili da comprendere, molto tannico dai profumi complessi tanto da non capirne il significato ma che in realtà nasconde una potenza unica e se abbinato con i cibi giusti diventa un vino straordinario ed unico in senso assoluto.

Tornando alla classifica di Forbes troviamo Montepulciano e Montalcino e qui non c’è bisogno di spiegare nulla, due posti meravigliosi accompagnati da vini altrettanto strabilianti come il Nobile di Montepulciano ed il Brunello di Montalcino famoso in ogni angolo della terra. A seguire tre località francesi che non sono da meno come Sancerre nella Valle della Loira con i suoi Sauvignon Blanc migliori al Mondo seguita da Saint Emillion vicino Bordeaux con i suoi rossi straordinari e a chiudere Cassis in Provenza con i suoi vini rosati di grande qualità.

Ovviamente questa classifica tiene conto sopratutto del fattore enologico ma tra Italia e Francia di posti da visitare per turismo enologico non si può che avere l’imbarazzo della scelta, possiamo citare per esempio Beaune in Borgogna con i suoi Pinot Noir e la sua cittadina bellissima così come alcune paesi nelle Langhe dove si gode di un paesaggio unico. 

Di posti ce ne sono e tutti molto belli e da pianificare in ogni vacanza, il turismo enologico è il connubio ideale per godere al massimo delle bellezze che ogni paese e nazione ci regala, inoltre ci insegna a conoscere persone, aziende ed usi del posto che visitiamo e davanti ad un buon bicchiere di vino si apprezza molto di più.

m.furlan@vinoclick.org