Skip to Content

Sunday, August 1st, 2021

di Massimiliano Furlan

 

(vinoclick) Un lutto maledetto si è abbattuto nella notte del 15 maggio alla FIS (Fondazione Italiana Sommelier) e sulla sua famiglia, è morto Ubaldo Pizzingrilli. Per chi frequenta la Fondazione era solo Ubaldo, un uomo buono, gentile, sempre al suo posto che aveva in dote tantissimi figli, i sommelier. Lui coordinava i servizi di sala con maestria e professionalità e conosceva tutti a memoria, di loro e di noi sapeva tutto e durante i corsi regalava solo sorrisi ed incoraggiamenti per diventare sempre più bravi. La prima cosa che si pronunciava approdando all’Hilton Hotel sede centrale era “dov’è Ubaldo?” Lo cercavi, lo trovavi, lo abbracciavi e la tua giornata era improvvisamente diventata positiva ed affrontavi la lezione o la degustazione con un grande entusiasmo e serenità, quella che Ubaldo infondeva in ognuno di noi che oggi piangiamo un padre putativo, un amico, un uomo saggio e simpatico ed oggi ci ritroviamo più soli e sperduti perché lui non sarà più al suo posto a salutarti da lontano, a sorriderti e a dirti “è un pò che non vieni qui, tutto bene?” e tu sorridevi ed anche se tutto andava male in quel momento tutto andava meglio.

Ci mancherai, mi mancherai Ubaldo, niente sarà più come ho sempre vissuto la Fondazione anche se sarà sempre la mia casa senza il padrone dell’appartamento. Scrivo di vino da tanto tempo ma lui non lo ha mai saputo veramente perché lo scopo con lui non era apparire ma essere ed essere una persona a posto e per Ubaldo questo era un punto fermo.

Ora non ci sarai più ad accogliermi ma da qualche parte starai a guardare quanto siamo bravi tutti noi che siamo passati per i tuoi sorrisi, per le tue carezze e per il tuo amore per il vino e per i tuoi innumerevoli figli e ai tuoi figli veri voglio mandare un abbraccio forte e dire loro che non sono soli e non lo saranno mai, Ubaldo vivrà per sempre nei nostri cuori e nelle nostre menti, in ogni bottiglia aperta, in ogni degustazione e in qualsiasi momento della vita quando le cose non saranno come noi vogliamo la sua figura sarà li a dirci che in fondo va tutto bene.

Ciao Ubaldo, ci vediamo da qualche parte per riabbracciarci di nuovo come avveniva ogni volta che ci vedevamo. Mi mancherai anzi mi manchi tanto.

m.furlan@vinoclick.org